Chi sono

Antonella GallinoMi chiamo Antonella Gallino e ho sempre lavorato nell’editoria, quella dei libri cartacei.

A partire circa dal 2009, ho messo in atto due piccole rivoluzioni.

Per prima cosa, ho iniziato a manifestare un certo interesse verso le opportunità – e i rischi – della comunicazione in rete. Non sono una nativa digitale, dal momento che i miei cromosomi datano 1972 (anno d’oro!). E, ancora ad oggi, credo di aver frequentato più Gutenberg che Zuckerberg… ma sto drasticamente recuperando.

Seconda cosa: da Milano mi sono trasferita in provincia di Piacenza, dove ho iniziato la mia conversione agli approvvigionamenti locali e alla filiera corta, con grandi benefici per la mia salute e il mio budget – scusate, ogni tanto mi scappa ancora un po’ di gergo milanese.

Non che i produttori locali e naturali siano facili da trovare, anzi. Quando però poi li trovi, fai fatica a tornare indietro, e ogni cosa proposta sotto le luci al neon degli scaffali ti sembra tutto fuorché autentica (ogni tanto si può anche fare, ma più come eccezione che come regola).

Allora ho pensato: e se condividessi tutto online? Scommetto che può essere utile a tanti. Da allora la cosa mi ha talmente appassionato, che non sono più riuscita a smettere.

Se vuoi saperne di più, leggi Come è nato ConsideroValore e perché.

Antonella Gallino al mercato

Il manifesto di ConsideroValore

ConsideroValore nasce da una passione e un desiderio: migliorare la qualità del cibo che mettiamo a tavola, in un’ottica di salute, sostenibilità, trasparenza.Considerovalore ama le filiere corte o ridotte, la conoscenza diretta, l’accesso libero alle informazioni e trasparente alle fonti.

ConsideroValore favorisce l’incontro diretto tra chi produce e chi acquista, per innescare un processo di reciproco stimolo e beneficio.

ConsideroValore è una ricerca libera, indipendente, che invita acquirenti, produttori ed esperti a dialogare tra loro e a confrontare le proprie esperienze e saperi.

ConsideroValore vuole far risparmiare, nel breve e nel lungo termine: soldi, chilometri, bisogni, medicine.

ConsideroValore vuole premiare e rendere visibili quelle piccole, oneste realtà virtuose, che meritano attenzione, tempo, soldi (che possiamo sottrarre ad altri consumi inutili).
ConsideroValore valorizza il più possibile la parola, la trasparenza e la fiducia che si basa su relazioni e referenze dirette.

ConsideroValore si fonda su una serie di principi a cui tendere e ispirarsi, in modo progressivo:

  • l’attenzione alla persona e alla sua salute autonoma
  • il rispetto di un patto etico, economico e generazionale tra le persone
  • la considerazione dell’ambiente naturalistico come soggetto di diritto, da salvaguardare con lungimiranza
  • la valutazione dell’impatto energetico e della sostenibilità delle scelte di sviluppo
  • il riconoscimento delle tradizioni come capitale da custodire e tramandare
  • la tutela del patrimonio culturale e artistico, valorizzato nel suo pregio storico e potenziale.

 

Foto profilo: Guardando l’orizzonte a Framura, by Mauro Accatino. Foto centrale: banco Azienda Agricola Verde Lattuga alla festa delle castagne a Coli, PC, scatto @ueuaphoto.