mercati contadini

I mercati contadini, chiamati anche farmer markets, non sono solo ‘il’ metodo per fare una spesa fresca e genuina, ma rappresentano anche l’opportunità più semplice per conoscere i produttori agricoli del territorio circostante ed entrare in relazione di fiducia con loro.

Insospettabilmente, sono più diffusi nella grandi città, dove c’è una certa massa critica di persone sempre più sensibili all’origine del prodotto e agli aspetti salutistici, e dove si crea anche una certa concorrenza tra le varie organizzazioni, dunque le occasioni si moltiplicano. Anche perché, da sempre, la campagna va in città.

Ma allo stesso tempo nascono e si diffondono spesso anche in piccoli centri di provincia, grazie alla lungimiranza e all’ostinazione di chi ancora crede – o crede di nuovo, dopo anni di agroindustria e di grandi catene di distribuzione – nell’economia di relazione e di territorio.