Tortini di orzo con fagiolini, zucchine e fiori di zucca al basilico

tortino-orzo-fagiolini-zucchine

Devo ammetterlo: l’orzo non è il mio cereale preferito. Però mi piace, e soprattutto mi permette, insieme a tanti altri grani e chicchi dai più ai meno conosciuti e diffusi, di variare il più possibile la mia scelta alimentare.

Se mangio orzo, d’istinto mi viene di farlo in primavera-estate, e forse non succede a caso: cercando nella memoria qualche reminiscenza di macrobiotica, ricordo che è proprio alla bella stagione che viene legato, alla primavera in primis ma anche all’estate, associato all’energia Legno che caratterizza i mesi primaverili, e adatto alla stagione più calda in quanto molto rinfrescante.

Conosco chi lo coltiva a pochi chilometri da casa mia, il Podere Pereto, nato biologico e attivo in provincia di Siena da quasi 30 anni, con una produzione che negli anni si è fatta sempre più diversificata. All’orzo in questa ricetta associo verdure di stagione, i primissimi fagiolini e le zucchine, che già guardano all’estate in arrivo.

Se da voi i fagiolini non sono ancora pronti, sostituiteli con altri ortaggi, come ad esempio gli asparagi; e se l’orzo non vi convince o non è presente ora nella vostra dispensa, sostituitelo col farro, un buon dicocco coltivato nelle vostre zone o un saporito monococco.

La composizione in tortino è un’optional: la ricetta si presta ad essere anche una semplice insalata di cereali e verdure, fredda o tiepida.

Portata Piatto unico
Cucina Vegetale 100%
Keyword Orzo
Porzioni 4 persone
Chef Claudia Renzi

Ingredienti

  • 200 g orzo decorticato o perlato
  • 300 g fagiolini
  • 200 g zucchine
  • 10 pz fiori di zucca
  • 1 e 1/2 C crema di olive nere
  • 5 foglie basilico fresco
  • 2 rametti timo fresco
  • 2 C mandorle
  • olio extra vergine d'oliva
  • gomasio
  • 1 pizzico sale marino integrale

Istruzioni

  • Cuocete l'orzo (o il vostro cereale in chicchi preferito) con acqua pari al doppio del suo volume. Al bollore, aggiungete un pizzico di sale e i rametti di timo fresco. Cuocete 30 minuti a fuoco basso se usate il perlato, un po' di più se usate il decorticato, eliminate il timo, unite poco olio e lasciate intiepidire.
  • Cuocete i fagiolini a vapore per 8-10 minuti, lasciandoli ben verdi e un po' croccanti. Tagliateli poi a tocchetti e metteteli in una ciotola capiente; aggiungete anche i fiori di zucca puliti e grossolanamente tritati e le zucchine crude tagliate a fiammifero. Condite con olio, gomasio a piacere e basilico spezzettato.
  • Mescolate l'orzo alle verdure con la crema di olive. Regolate di sale e, aiutandovi con un coppapasta o con uno stampino da muffin, formate i tortini nei piatti. Premete con delicatezza il ripieno nella forma per compattarlo, infine sformate. Completate il piatto cospargendo i tortini con le mandorle, precedentemente tostate e tritate.
Stampa ricetta

tortino-orzo-fagiolini-zucchine

Claudia Renzi

di

Scrivo di cucina naturale, erbe spontanee, autoproduzione e filiera corta sul mio blog granosalis.org dal 2012. Romana trapiantata nella campagna senese, conduco corsi di riconoscimento e utilizzo delle piante selvatiche e corsi di cucina naturale. Lavoro nella piccola distribuzione di prodotti bio e locali, prevalentemente da piccoli produttori, a Siena.

Considero Valore

Antonella Gallino, fondatrice di Considero ValoreHo creato questa guida per aiutare le persone a mangiare meglio e per valorizzare i piccoli contadini seri che ci circondano: una miniera di invisibili. Credo nel km zero e nella spesa di relazione, a patto che rispetti l’ambiente. Mi adopero in giro per una spesa più sana e più umana. La cucina che amo? Quella condivisa, con ingredienti e persone sincere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *