Miglio con topinambur e pomodori secchi

Una ricetta semplice, 100% vegetale, che ci insegna a sfruttare e insaporire il miglio, cereale naturalmente senza glutine, trattandolo come un semplice risotto o ricavandone un attraente tortino.
Portata Primo piatto
Cucina Senza glutine, Vegetale 100%
Preparazione 10 minuti
Cottura 30 minuti
Raffreddamento 10 minuti
Porzioni 4
Chef Giovanna Ligutti

Ingredienti

  • 200 g miglio
  • 500 ml di acqua
  • 400 g topinambur
  • 5 pomodori secchi
  • 1 spicchio di aglio
  • 2 C olio extra vergine
  • prezzemolo per decorare

Istruzioni

Cottura del miglio

  • Tostate il miglio nella pentola senza condimenti, poi versate 500 ml di acqua, salatela e lasciate cuocere per assorbimento per circa 20 minuti. 
    [wprm-spacer]Normalmente la proporzione miglio : acqua è di circa un terzo (leggi come cucinare i cereali per assorbimento: proporzioni e tempi di cottura), ma in questo caso restiamo più bassi perché deve risultare meno molle e un po' più sgranato.[wprm-spacer]
    Lasciate raffreddare e poi sgranate i chicchi con una forchetta o con le mani, evitando di schiacciarli troppo.

Preparazione del condimento

  • Nel frattempo mettete in ammollo i pomodori secchi per 20 minuti circa. 
    Pulite bene i topinambur con una spazzola per eliminare la loro terra e tagliateli a cubetti, senza togliere la pellicina esterna.
    Quando i pomodori saranno rinvenuti, tagliateli a fettine.

Cottura in padella

  • Fate imbiondire uno spicchio d’aglio tagliato a fettine in padella con un po’ di olio. Aggiungete i topinambur, i pomodori secchi e allungate il tutto con la stessa acqua che avete usato per l’ammollo, almeno un bicchiere, per evitare che il tutto si attacchi. Portate a cottura le verdure che devono tuttavia restare al dente (max 10 minuti), aggiungete il miglio precedentemente sgranato e lasciate insaporire per qualche minuto.

Impiattamento

  • Guarnite con una spolverata di prezzemolo. La preparazione in foto, a forma di tortino, è stata realizzata con un coppapasta (anello in acciaio per dare la forma cilindrica). Nella versione normale e più semplice, la portata si presenta come un semplice ma invitante riso con verdure.

Note

Miglio: pregi e proprietà

Il miglio è un cereale senza glutine molto diffuso un tempo in pianura padana per la sua capacità di assorbire bene l’umidità e poi soppiantato dalla coltivazione del frumento.
È un cereale molto digeribile e consigliato fin dallo svezzamento. La sua caratteristica principale e unica rispetto agli altri cereali è di avere un effetto alcalinizzante sul corpo, utile in particolare a chi soffre di acidità di stomaco.

Topinambur: pregi e proprietà

Il topinambur è un tubero autunnal-invernale, tra i protagonisti della sporta d’inverno. A differenza della patata, è poco calorico e non contiene amidi, quindi è consigliato anche ai diabetici. Ripulisce l’intestino e aiuta in caso di stipsi. Il sapore è molto particolare e gustoso, simile a quello del carciofo.
Il topinambur è ricchissimo di inulina (fino al 60% del peso a crudo), una fibra solubile che non può essere digerita dagli enzimi umani e quindi attraversa stomaco e tenue senza essere degradata. L’inulina non solo tiene bassa la glicemia, ma favorisce anche la digestione, regolarizza la funzionalità intestinale e aumenta la percentuale di Bifidobacteria nella flora microbica, diminuendo contemporaneamente la densità di batteri nocivi nell’intestino. In alcune persone poco abituate a consumare fibre, l’eccesso di inulina potrebbe causare problemi di meteorismo; in questo caso è utile iniziare con piccole quantità e poi progressivamente aumentare.

Pomodori secchi

I pomodori secchi, insieme alla passata, entrambi ricchi di licopene, sono l’unico modo sensato per consumare eccezionalmente i pomodori in inverno. No grazie, invece, ai pomodorini tutto l’anno, che sono una forzatura agricola prima che nutrizionale.