certificazione bio

La certificazione biologica è un requisito necessario? Secondo alcuni produttori sì: è il punto di partenza insindacabile da cui iniziare a confrontarsi e ragionare. Secondo altri no, è un sistema in cui il controllato paga il proprio controllore e in cui i paletti sono più formali-burocratici che di vera sostanza.

Un’altra obiezione è che il costo di certificazione debba gravare su chi rispetta l’ambiente, cioè sui virtuosi: e se invece fossero tutti gli altri a dover pagare di più? E magari a essere segnalati in etichetta come ‘non biologici? Il dialogo è aperto – e noi consumatori continuiamo a sognare.